I pappagalli amano le coccole

Sapevate che anche i pappagalli come cani e gatti, amano le coccole? Per me è stata una piacevolissima sorpresa incontrare un pappagallino inseparabile e vedere quanto sia affettuoso; in realtà credo che tanti altri animali come i maiali, le mucche, i vitelli…lo siano altrettanto, solo che purtroppo non sempre hanno la possibilità di dimostrarlo e di vivere la loro affettuosità.

Emozioni e volontà

L’essere umano si avvicina alla sua natura divina quando ama, quando la sua volontà, pensieri, parole e azioni sono allineati e in comunione di intenti (Fabio Marchesi)

Questa citazione di Fabio Marchesi, mi ha ispirato ad esplorare il tema delle emozioni. Le emozioni sono una parte di noi, fanno parte del nostro vissuto, della nostra intimità, al punto che, non di rado ci identifichiamo talmente con ciò che proviamo, da divenirne la manifestazione vivente, per cui diventiamo “arrabbiati” anziché provare semplicemente rabbia, o “depressi” anziché provare semplicemente tristezza e così via. Identificarsi con un’emozione significa darle forza, fino al punto di non averne più alcuna possibilità di gestione, ma in realtà noi siamo qualcosa di più delle nostre emozioni ed abbiamo il potere di gestirle e orientarle secondo il nostro criterio di scelta. Ma vogliamo osservarle un po’ più da vicino queste emozioni? In parole semplici, un’emozione è un’energia prorompente che scaturisce dall’impulso che il nostro sistema psichico riceve da una causa scatenante che può essere esterna a noi, per esempio un’esperienza, un avvenimento, o interna come ad esempio un ricordo o un’immagine che ci sovviene. Questo impulso va ad innescare una serie di reazioni all’interno del nostro sistema psichico che elaborato lo stimolo ricevuto, ne ricava un’emozione corrispondente e la invia a sua volta sotto forma di impulsi elettrici, al nostro corpo fisico, scatenando tutte quelle reazioni fisiche che conosciamo molto bene: battito accelerato, lacrime, nodo alla gola, sensazione di calore al volto, pelle d’oca ecc. ecc. Se riusciamo a comprendere che noi non siamo le nostre emozioni, possiamo creare una distanza tra noi e ciò che proviamo, come fossimo un testimone esterno che osserva in modo distaccato, e proprio grazie a questa distanza, analizzare, valutare e se necessario armonizzare questa energia che ci investe all’improvviso sperimentandola in modo consapevole e orientandola in modo costruttivo ed evolutivo. In questo senso noi diveniamo davvero padroni di noi stessi e possiamo allineare e creare una comunione di intenti, uno scopo verso il quale indirizzare la nostra volontà, i nostri pensieri, le nostre parole e azioni in spirito di amore verso noi stessi e verso gli altri.

Counseling: un dialogo gentile

Stai attraversando un momento difficile?

Ognuno di noi talvolta attraversa momenti di crisi, nei quali abbiamo bisogno di trovare nuove risposte dentro noi stessi.


Sono momenti in cui sentiamo nascere forte, la necessità di fare chiarezza, per ritrovare la serenità e il significato vero della vita.


In tali frangenti abbiamo spesso bisogno di un diverso punto di vista, un confronto, una guida…


Il Counselor offre un aiuto proprio in tali cruciali momenti esistenziali: orienta, facilita, sostiene il cliente nel processo di raggiungimento del benessere fisico, mentale e psichico.

E’ un professionista specializzato che si iscrive ad un registro presso una associazione di categoria professionale dopo aver seguito una formazione triennale presso una Università e/o una scuola accreditate, ed è in costante formazione e supervisione.


ll counselor diventa quindi, nei confronti del cliente, un agevolatore nel processo di progressiva individuazione delle proprie risorse e nella rielaborazione dei propri vissuti.

Si rivolge a coloro che attraversano momenti di difficoltà e che vogliono riprendere il controllo della propria vita.


Può lavorare con i singoli o con i gruppi in differenti contesti.


La professione del counselor è disciplinata dalla legge 4 del 14 gennaio
2013.


Ho imparato a mettere le mie competenze umane e professionali al servizio degli altri, ascoltando le loro necessità, aiutandoli a visualizzare le proprie dinamiche interiori, ad utilizzare in maniera creativa le loro risorse, per avviare un lavoro profondo su se stessi.

Per info:

Daniela Gaeschlin – Iscritta all’Associazione Counselor Professionisti al numero 618

Documentazione utile

cell/whattsapp 3473178342

e-mail daniela.gaeschlin@gmail.it

skype: Daniela Gaeschlin

Pagina Facebook: Momenti di condivisione

L’incontro

Abbiamo trascorso un anno di ripetuti lockdown: chi si è sentito isolato, chi ha provato solitudine, chi incertezza, rabbia, paura, abbandono…All’inizio per me è stato motivo di introspezione, di tempo ritrovato da dedicare a me stessa, ai miei interessi, alla mia famiglia, al benessere…ma con il passare del tempo mi diventava sempre più chiara la mancanza di socializzazione con le persone, un elemento importantissimo per il nostro equilibrio relazionale ed emotivo. In qualità di umani, siamo ontologicamente predisposti alla socializzazione, allo scambio, al confronto: come possiamo pensare di crescere, di migliorarci rimanendo nel nostro guscio? Non è possibile; rischiamo di alienarci da tutto e da tutti, ed infine anche da noi stessi, perchè gli altri, sono il nostro specchio: negli altri vediamo i nostri pregi e i nostri difetti, le nostre paure e i nostri sogni perchè gli altri siamo noi.

L’acqua parla senza sosta ma non si ripete mai. (Octavio Paz)

Acqua…elemento naturale per eccellenza, fonte di vita, di rinnovamento, induce alla riflessione, alla profondità, alla calma. L’acqua accoglie, rigenera, dona benessere al corpo e alla mente. L’acqua ci racconta di terre lontane, di spazi immensi, di tempi immemorabili, di particelle minuscole, all’apparenza insignificanti, ma che insieme divengono fiumi, laghi, mari.