Emozioni e volontà

L’essere umano si avvicina alla sua natura divina quando ama, quando la sua volontà, pensieri, parole e azioni sono allineati e in comunione di intenti (Fabio Marchesi)

Questa citazione di Fabio Marchesi, mi ha ispirato ad esplorare il tema delle emozioni. Le emozioni sono una parte di noi, fanno parte del nostro vissuto, della nostra intimità, al punto che, non di rado ci identifichiamo talmente con ciò che proviamo, da divenirne la manifestazione vivente, per cui diventiamo “arrabbiati” anziché provare semplicemente rabbia, o “depressi” anziché provare semplicemente tristezza e così via. Identificarsi con un’emozione significa darle forza, fino al punto di non averne più alcuna possibilità di gestione, ma in realtà noi siamo qualcosa di più delle nostre emozioni ed abbiamo il potere di gestirle e orientarle secondo il nostro criterio di scelta. Ma vogliamo osservarle un po’ più da vicino queste emozioni? In parole semplici, un’emozione è un’energia prorompente che scaturisce dall’impulso che il nostro sistema psichico riceve da una causa scatenante che può essere esterna a noi, per esempio un’esperienza, un avvenimento, o interna come ad esempio un ricordo o un’immagine che ci sovviene. Questo impulso va ad innescare una serie di reazioni all’interno del nostro sistema psichico che elaborato lo stimolo ricevuto, ne ricava un’emozione corrispondente e la invia a sua volta sotto forma di impulsi elettrici, al nostro corpo fisico, scatenando tutte quelle reazioni fisiche che conosciamo molto bene: battito accelerato, lacrime, nodo alla gola, sensazione di calore al volto, pelle d’oca ecc. ecc. Se riusciamo a comprendere che noi non siamo le nostre emozioni, possiamo creare una distanza tra noi e ciò che proviamo, come fossimo un testimone esterno che osserva in modo distaccato, e proprio grazie a questa distanza, analizzare, valutare e se necessario armonizzare questa energia che ci investe all’improvviso sperimentandola in modo consapevole e orientandola in modo costruttivo ed evolutivo. In questo senso noi diveniamo davvero padroni di noi stessi e possiamo allineare e creare una comunione di intenti, uno scopo verso il quale indirizzare la nostra volontà, i nostri pensieri, le nostre parole e azioni in spirito di amore verso noi stessi e verso gli altri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...